Ottiche base nel Micro Quattro Terzi: confronti e impressioni di chi le usa /Parte #1

Una delle scelte più complesse è quella relativa alle ottiche "di uso quotidiano" per chi si avvicina al mondo del m43. Tra zoom e fissi non è facile orientarsi dovendo rinunciare a qualcosa in entrambi i casi. 
Spesso le differenze sono un po' enfatizzate dalle componenti emozionali di chi le possiede, io più che di pregi e difetti amo parlare di caratteristiche delle lenti, ma in questo caso ho deciso di fare un approccio più schematico tra le lenti in mio possesso, vediamo quali sono le differenze di resa in condizioni di luce ottimali.

Nell'analisi dei files coinvolgerò anche il mio amico Mauro, persona competente e metodica (al contrario di me che sono istintivo e umorale) più noto nell'ambiente con il suo nick Mauro P.

Abbiamo confrontato le nostre impressioni per valutare la resa, partendo dalla triade di fissi Lumix 14mm f 2,5, lo Zuiko 17/1,8 e il Lumix 20mm f 1,7, salendo di focale con lo Zuiko 45/1,8 e il SIgma 60/2,8 insieme ad alcuni zoom come il piccolissimo Lumix G Vario 14-42/3,5-5,6, lo Zuiko 12-50/3,5-6,3 e lo zuiko 9-18/4-5,6 per vedere quanto distano nella realtà i risultati ottenibili con queste lenti in alcune condizioni specifiche e con focali simili. 




Come sempre ricordo che nonostante si provi a mantenere condizioni obiettive questi sono semplici test da utilizzatore e non hanno alcuna pretesa scientifica, leggetele come le impressioni che abbiamo avuto io e Mauro confrontandoci sui risultati, con tutte le approssimazioni del caso.


Tra i fissi "medio grandangolari" (sotto i 50mm equivalenti) quelli più diffusi nel m43 sono i Lumix 14mm f 2,5 e 20mm f 1,7 e tra le due focali si è da poco introdotto l'ottimo Zuiko 17mm f 1,8. 
Si tratta quindi delle focali equivalenti di 28mm, 34mm e 40mm e questo già può essere un fattore condizionante a seconda dei gusti di chi scatta; il 14mm è leggermente meno luminoso dei concorrenti, mentre il 20mm ha un suo riconosciuto limite nell'AF, che oltre ad essere rumoroso e praticamente inutilizzabile nei video, è parecchio più lento del 14 e del 17.

Osservando gli scatti fatti in due condizioni di luce differenti abbiamo notato che il 14 rispetto al 17 ha una definizione centrale grossomodo simile ma è meno nitido di questo ai bordi, soprattutto a TA, e denota una maggiore presenza di flare, bagliore e fringing, perdendo un po' nella nitidezza ai margini del fotogramma.
Pubblichiamo il confronto delle immagini a TA (tutta apertura), punto critico di ogni obiettivo, chiudendo le rispettive rese migliorano di molto, ma conservano grossomodo le considerazioni che stiamo facendo ora, vedremo la resa a diaframmi più chiusi nel confronto con le ottiche zoom che essendo meno luminose partono da diaframmi più alti.





potete vedere le differenze in condizioni di controluce con le rispettive lenti 14 - 17 - 20 e relativi crop dell'area centrale.





 potete vedere le differenze in condizioni di luce normale con le rispettive lenti 14 - 17 - 20 e relativi crop dell'area centrale.

Il 20 si rivela per il suo punto di forza, la nitidezza, soprattutto al centro, perdendo leggermente ai margini rispetto al 17, ma fa meglio del 14, subisce meno il flare del 17 ma ha più fringing e bagliore.




Focale a parte ognuna di queste ottiche si rivela con attitudini e risposte leggermente diverse, forse quella che le racchiude un po' tutte è il 17 zuiko, che oltre alle ottime prestazioni sia in AF che nella resa, ha una costruzione eccellente in metallo, con la ghiera del fuoco che slitta per rendere l'ottica manuale con un movimento davvero fluido e gestibile.

Il 14mm dalla sua offre la maggior compattezza e peso inferiore rispetto alle concorrenti, è quella che soffre di più il fringing, la nitidezza è simile a quella del 17mm al centro ma perde un pò ai margini. Nel controluce si comporta meglio del 20mm ma soffre spesso di flare.

Il 20mm è una lente molto nitida, oserei dire la più nitida delle tre, ma in conidizioni di forte stress soffre, come ad esempio il controluce slavando buona parte della scena. L'AF è cosa nota, noi lo chiamiamo "lento" per via delle prestazioni superlative delle concorrenti,è comunque utilizzabile anche nei notturni senza troppi indugi, ma si conferma molto rumoroso e quindi fastidioso per condizioni video. Anch'essa soffre il fringing ma in misura minore rispetto al 14mm.

Infine abbiamo il 17mm che a nostro avviso è risultata la lente più equilibrata. Seppure perde qualcosa in assoluto nella nitidezza rispetto al 20mm, racchiude il meglio delle caratteristiche delle altre due lenti come la tenuta ai flare, la lettura dei dettagli nel controluce e nelle ombre, una nitidezza molto buona su tutto il fogramma, non presenta fringing, il bokeh è morbido come quello del 14mm, l'AF è ottimo e la costruzione è eccellente, ma per queste caratteristiche si paga un piccolo ingombro e peso in più.

Il grosso difetto riscontrantro è solo nel suo prezzo, in quanto la sua quotazione usata è pari alla somma del 14mm + 20mm usati.





to be continued...


© Renato Greco - riproduzione vietata

Share this:

ABOUT THE AUTHOR

Hello We are OddThemes, Our name came from the fact that we are UNIQUE. We specialize in designing premium looking fully customizable highly responsive blogger templates. We at OddThemes do carry a philosophy that: Nothing Is Impossible